Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Menu

Concorso Band Emergenti 2006

La ProLoco Uboldo e l’Associazione Officine Musicali in collaborazione col Comune di Uboldo hanno organizzato Sabato 15 luglio il “1° Concorso Musicale per Gruppi Emergenti” presso le strutture del Centro Sportivo di via Manzoni. La formula del concorso è nuova ed è stata voluta così nella convinzione di riuscire a creare più interesse tra i Residenti Uboldesi e in modo particolare per i giovani. Sono stati fatti inviti a varie bands a suonare per circa mezz’ora temi a loro scelta del loro repertorio davanti al pubblico e a una Giurìa qualificata, quella dei professionisti del gruppo Fireball, un insieme di amici di vecchissima data e di collaudato affiatamento ma anche una conosciuta e apprezzata cover band dei Deep Purple. L’affluenza di pubblico è stata generosa come sempre quando ci sono queste novità e notevole è stata la costanza della presenza. Hanno aperto le esibizioni proprio i musicisti fuori concorso dei Fireball alle ore 21.00, diffondendo nell’aria le note canzoni che hanno fatto la fortuna dei Deep Purple e che hanno creato tra i presenti una marcata emozione, soprattutto tra i cinquantenni giovani di un tempo. Un nostro amico di quell’età diceva, ascoltando “Smoke In The Water”, la musica quando è fatta bene rievoca la storia personale di ognuno e in quel caso proiettava nella mente immagini degli anni settanta quando si era un po' sognatori, quando si aveva la vita davanti e quando si era con orrore dei vecchi un po' trasgressivi come lo erano proprio i Deep Purple con quella musica inusuale per gente che veniva al massimo dal rock&roll anni 50.
I giovani presenti invece erano affascinati per altri motivi che riguardavano, a detta di uno seduto a cavallo del muretto, la bravura dei musicisti ma anche la capacità di quella musica di trasmettere un tempo straniero ma portatore di tanti messaggi. A questa band hanno fatto poi seguito le altre nel rigoroso limite della mezz’ora, e in ordine gli Overdone, i Wanted, i Fusion Jack, i Libera Uscita e i Road Trip. Ognuno di loro ha portato musica ma anche originalità sia interpretativa musicale che di espressione personale sul palco. Ad ogni Giurato è stata consegnata da Dario Monticelli, presidente di Officine Musicali, sia il regolamento del concorso che una scheda su cui annotare i voti che risultavano essere la somma di tanti voti dati a singole capacità come la gestione dello spazio sul palco, l’affiatamento tra i componenti, e altro ancora. Da menzionare in particolar modo il gruppo Libera Uscita, un duo con un chitarrista classico e una cantante che emozionatissimi sono riusciti a portare a termine la loro apprezzatissima esibizione tra mille difficoltà dovute proprio all’emozione. Altra menzione è per il gruppo dei Wanted e per il gruppo Fusion Jack, due complessi di giovani anche loro molto emozionati perché davanti ad un folto pubblico ma anche perché forse per la prima volta nella loro esperienza sottoposti ad un giudizio tecnico.
L'emozione che hanno fatto trasparire queste tre bands sarebbe bastata a valorizzare l’impegno e la bravura di questi giovani, se non fosse che a questo primo concorso era stato chiesto un voto per la efficacia della resa musicale e per la quale ha vinto senza ombra di dubbio e con coro unanime una affiatatissima band di Cerro Maggiore, i Road Trip con la funambolica e bravissima cantante Sara. Il gruppo degli Overdone è stato originale perché ha quasi recitato sul palco oltre che avere suonato in maniera sublime canzoni note. I Road Trip d’altra parte hanno destato enorme impressione per la qualità dell’esibizione (una “Come Together” da urlo) e soprattutto per l’alta qualità delle tecniche individuali. E’ impossibile disgiungere la resa complessiva dagli dei singoli componenti che hanno lasciato a bocca aperta tutti i presenti con in mano la birra appena ritirata al banco mescita organizzato dalla Pro Loco Uboldo.
La band vincitrice ha vinto anche l’invito ad una esibizione in apertura del concerto del sabato sera della Festa in Paese 2006 del prossimo 16 settembre. A metà serata si sono esibite nello spazio antistante alle band e davanti al pubblico le brave e conosciute ballerine della scuola di Danza Moderna “Area Danza” diretta dalla nostra concittadina Anna Boscarato con la coreografia di Federica Vino che hanno avuto modo così di fare ulteriormente conoscere un gruppo e una scuola presente in Uboldo unica nel suo genere. Nella soddisfazione generale dell’andamento della serata hanno chiuso con una ulteriore esibizione la band vincitrice e quella dei giurati che, mentre si appropinquava la notte e mentre la gente ormai sazia di buona musica se ne stava andando, ha diffuso nell’aria di una notte di mezza estate con la luna piena stagliata nel cielo di un caldo luglio le note conosciute e liberatorie di “Child In Time”. C’era intorno un silenzio irreale, anche l’autostrada vicina taceva e anche i più lontani si sono fermati con lo sguardo rivolto indietro, qualcuno ascoltava dal cancello di ingresso. I pensieri per un momento dimenticati e lo sguardo rivolto ai ricordi e alle emozioni di una musica immortale. Arrivederci all’anno prossimo.
Artisti:
AREA DANZA
FIREBALL
FUSION JACK
LIBERA USCITA
OVERDONE
ROAD TRIP
WANTED

Torna in alto
Bookmakers bonuses with gbetting.co.uk click here