Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Menu

2. New York, anni ’20 (parte I): da Ellington alla Rapsodia in Blue

JAZZ TONIGHT
New York, anni ’20 (parte I): da Ellington alla Rapsodia in Blue - Giovedì 5 novembre ore 21:00
Nel corso del secondo incontro abbiamo ascoltato:

Boogie Woogie
1 – Pinetop’s Boogie Woogie (Pinetope Smith)

James P. Johnson
1 – Carolina Shout (James P. Johnson)
2 – Charleston (James P. Johnson)

Fats Waller
1 – Handful of Key (Fats Waller)
2 – The Jitterbug Walt’s (Fats Waller)
3 – Ain’t Misbehavin’ (Fats Waller)
4 – Honeysuckle Rose (Fats Waller)

New York
1 – Jelly Roll Blues (Original Memphis Five)
2 – That’s a plenty (Red Nichols)

Duke Ellington
1 – East St. Louis Toodle oo (Duke Ellington)

Fletcher Henderson
1 – Copenahagen (Fletcher Henderson)
2 – The Stampade (Fletcher Henderson)
3 – Wang Wang Blues (Fletcher Henderson)

Bessie Smith
1 –
St. Louis Blues (Bessie Smith)

Louis Armstrong – Ethel Waters
1 – Stardust (Louis Armstron)
2 – Y’had Coming to Virginia (Ethel Waters)
3 – Stormy Weather (Ethel Waters)

Rhapsody in Blue
1 – Rhapsody In Blue (Paul Whiteman)

George Gershiwin
1 – Love is Here To Stay (Michael Feinstein)
2 – Love is Here To Stay (Billie Holiday)

Tra parentesi il nome del gruppo o del titolare della registrazione.

Sottolineate, invece, sono evidenziate le registrazioni da ritenere come “fondamentali” per una buona conoscenza della musica jazz.

Torna in alto
Bookmakers bonuses with gbetting.co.uk click here